Think outside of the box – Viadent

Ortopantomografia dentale

Salve a tutti.

Eccomi qua, con tanta voglia di vantarmi un po’. Nel mese di dicembre del 2016, ho finito con successo il programma University Master of Oral Implantology /Master Universitario di Implantologia Orale / di durata di un anno presso l’Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma. Il direttore del programma è stato il Prof. Ugo Covani, un esperto veramente rispettato in Italia e in tutto il mondo. Beh, insomma, per essere in grado di seguire il programma erano necessarie un’ottima conoscenza ed esperienza pratica nel campo della implantologia dentale perché gli studenti potessero trarre da quel mare di informazioni quello che gli sarà di più grande aiuto e che potranno utilizzare nel loro lavoro quotidiano. In realtà, sono rimasto particolarmente colpito dal libero scambio di opinioni e modi tra il prof. Covani e sia i suoi colleghi che gli studenti. È noto che una particolare terapia in odontoiatria può essere fatta in molti modi diversi applicando metodi diversi.

Un paio di anni fa, ho partecipato a una formazione simile a Francoforte presso Goethe Universitatum, dove tutto era molto determinato, alla tedesca, ordinato. Il cosa, il quando, il come e il perché esattamente specificati. Bello, ricevi un libro di cucina e al lavoro, ragazzi. Naturalmente, con il capo e la coda. E senza dubbio, un sacco di buoni risultati.Tuttavia, anche l’accesso a pazienti è molto uniforme, che purtroppo mi sembra non sia cosa ideale. Ciascuna bocca rappresenta una situazione in qualche modo diversa dalle altre e richiede tantissima esperienza e conoscenza per scegliere il metodo ideale pertinente a quella situazione specifica. Naturalmente, prima bisogna conoscere ed eseguire queste diverse procedure e nello studio bisogna avere tutti quei bei (e ovviamente costosi) gadget che lo permettano, ma questa è un’altra storia.

ESEMPIO:

Quando si tira fuori il dente, nella mascella vi rimane un difetto, alveolo vuoto. Come fornire questo difetto?

1o lasciarlo guarire da solo2 ° mettere 2 punti per facilitare un po’ la guarigione3o mettere nell’alveolo una spugna di collagene per facilitare la formazione di un coagulo4 ° mettere nell’alveolo una membrana PRF5 ° mettere nell’alveolo un osso artificiale e chiudere la ferita con un innesto gengivale6 ° mettere nell’alveolo la membrana PRF con un osso artificiale e mettervi sopra l’innesto gengivale7 ° mettere nell’alveolo l’osso artificiale e chiudere la ferita con la spugna di collagene 8 ° mettere nell’alveolo la membrana PRF con l’osso artificiale, coprire con la membrana di collagene e mettervi sopra l’innesto gengivale.

Spero che non abbiate letto tutto (a meno che non si è un collega, per caso). Ci sono ancora alcune combinazioni interessanti. Ciascuna di queste possibilità ha il suo perché e il suo perciò e, infatti, è ottimale da applicare in una data situazione. L’uso di qualsiasi intervento chirurgico è clinicamente giustificato e non si direbbe che l’applicazione fosse sbagliata. Eh, ora, applicare proprio il tipo ideale di terapia è ciò che separa gli uomini dai ragazzi, ladies and gentlemen. Ideale nel senso che si può ottenere un grande risultato per il paziente senza trascurare alcun aspetto – medico o finanziario.
Ecco, è arrivato il momento di tornare all’inizio della storia. L’Italia, il programma Master. Una mattina, due professori hanno tenuto una lezione sullo stesso tema, uno dopo l’altro. Dunque, lo stesso problema, presentato in due modi di trattamento molto diversi.Chiedo al professore -come mai è possibile che voi due, provenienti dallo stesso dipartimento, non potete decidere, mettervi d’accordo o non so che altro, quale modo di trattamento sia semplicemente migliore?

– Collega, a questa Sua domanda non esiste una risposta univoca. Noi due siamo entrambi convinti che un particolare metodo di trattamento è migliore dell’altro. Il nostro obiettivo è di avviccinarLe tutti i due i metodi perché Lei possa decidere e applicare quello che secondo la Sua opinione, in un dato momento, sia la soluzione migliore per il Suo paziente. Think out of the box, caro collega. A dire la verità, qualche anno fa, la mia vita era molto più semplice.

Cordialmente vostro

Juraj Prpić, dr.dent.med. /laureato in odontoiatria/

Pin It on Pinterest

Share This